giovedì 9 Febbraio 2023

Storia del Mediterraneo fino alla Macroregione Mediterranea

mercoledì 27 Febbraio 2019 19:31
Notizie

Tra i grandi oceani e i continenti della Terra il Mediterraneo può considerarsi l’ombelico del mondo, il punto dove collegarsi per conoscere la storia delle civiltà che hanno creato l’”Occidente” che a sua volta ha influito così tanto sulla storia dell’intero pianeta. Antichissime culture altamente evolute di cui conosciamo pochissimo hanno aperto la strada alle civiltà che hanno fatto la storia conosciuta del Mediterraneo e poi del Mondo intero.

Le civiltà nuragica, minoica, micenea, e altre ancora dominavano il nostro mare e scomparvero misteriosamente, forse per una cataclisma. Nuove civiltà crebbero: Egizi, Etruschi, Greci, Fenici, Ebrei che svilupparono al massimo i traffici già esistenti via mare con la creazione di numerose colonie e interagendo con i popoli locali e più interni rispetto alle coste, favorendo la loro evoluzione.

Questo portò a una grande crescita commerciale e culturale dove spesso le colonie erano superiori in tutto alla madrepatria e un modello di civiltà unica del Mediterranea, legata dalle vie del mare, si concretizzava. L’apice di tutto questo lo abbiamo con i Cartaginesi e poi con i Romani che unificarono anche politicamente il Mediterraneo e lo splendore di questo mare raggiunse con loro i massimi livelli nella sua storia millenaria.

Con la caduta dell’Impero romano d’Occidente, il Mediterraneo entrò in una crisi da cui  ancora oggi non ne è uscito completamente. Le vie del mare e le coste non furono più sicure a causa prima delle invasioni  “barbariche”, seguite poi da quelle islamiche. Vi è stato un millennio di instabilità messo fine solo dalla creazione e al consolidamento dei grandi stati nazionali europei che resero di nuovo sicure le vie del mare.

Dopo le guerre mondiali  e i conflitti in Medio Oriente, con l’Unione Europea abbiamo assistito o al primo tentativo di unire i popoli europei compresi quelli mediterranei. Con la MacroRegione del Mediterraneo poi questo tentativo di nuova fratellanza viene esteso anche ai popoli non Europei per ripristinare l’antico legame del mare. Quindi, la speranza macroregionale è che il Mediterraneo sia vera unione dei suoi popoli non con la forza delle armi, ma con la volontà di essere tutti fratelli nel mare unico.                         

Translate »