venerdì 3 Febbraio 2023

Serve ancora l’uomo solo al comando?

lunedì 27 Marzo 2017 14:51
Notizie
Serve ancora l’uomo solo al comando?
 
Quante volte abbiamo sentito dire che l’Italia corre il rischio di derive populiste.
Ma cosa vuol dire populismo? Alle volte si maschera con simile termine circostanze che di populista nulla hanno ma che invece sono una sana e robusta indignazione dei cittadini innanzi a malefatte più o meno gravi di una parte della classe politica.
La pancia degli italiani è agitata.
Ecco per esempio che per alcuni essere semplicemente contrari ad una certa classe politica oggi non basta, si vuole qualcosa in più. Si cerca qualcuno da delegare (chi??) che possa ristabilire un minimo di credibilità e decenza al degrado in cui si vive.
Alcuni sarebbero disposti a rinunciare a delle libertà per ripristinare l’ordine.
Dunque alcuni stanno passando dalla reazione indignata verso talune malefatte di una certa classe politica ad un inaccettabile auspicato ritorno all’uomo forte che venga dall’alto a rimettere le cose al loro posto.
Premesso che dovremmo metterci d’accordo su chi dovrebbe essere questo salvatore, occorre fare molta attenzione visto che si potrebbe essere così ad un passo dal ritorno al passato.
Credo si possa dire: basta uomini soli al comando, basta soggetti che credono di essere più di altri.
La democrazia è rispetto delle regole, che però si creano nel rispetto dell’altro, dopo attenta discussione, dando forza ad un comune sentimento anche maggioritario ma di certo non vengono calate da qualcuno dall’alto.
Proprio il poter mettere in discussione chi si trova in alto consente un vivere democratico e libero da condizionamenti.
Translate »