sabato 4 Febbraio 2023

Risarcimento per il papà di Eluana Englaro

venerdì 14 Luglio 2017 08:27
Notizie
Risarcimento per il papà di Eluana Englaro
 
Beppino Englaro riceverà un lauto risarcimento dalla regione Lombardia perché questa non si fece carico di trovare una struttura pubblica nella quale ricoverare la figlia Eluana, permettendole, così, di sospendere il trattamento di sostegno vitale. Secondo i giudici, dunque, spettava alla Regione far staccare il sondino, mediante il quale si alimentava la giovane.
Già stabilito in sede civile il diritto e la volontà di Eluana, con la sentenza della Cassazione, non si poteva porre in dubbio l’obbligo della Regione di adottare le misure attestate dal consenso informato, mediante strutture proprie. Questo è quanto emerge dalle 56 pagine della sentenza del Consiglio di Stato, che ha respinto il ricorso della Regione, già condannata dal TAR nell’Aprile del 2016.
La Lombardia, avendo rifiutato il ricovero, costrinse il padre a trasferire Eluana in una struttura privata ad Udine, dove si spense il 9 febbraio 2009. A Beppino Englaro spettano, dunque, oltre 132 000 euro, quale danno patrimoniale e non patrimoniale, oltre al pagamento delle spese legali. Per i giudici, il diritto di rifiutare le cure, riconosciuto ad Eluana dalla Corte di Cassazione e, in sede di rinvio, dalla Corte di appello di Milano, rappresenta un diritto di libertà assoluto, efficace erga omnes. Noi di Unione Civicratica, da sempre impegnati nel sociale, al servizio dei cittadini ed a tutela dei loro diritti, non potevamo non riportare questa notizia. Saremo qui a documentarne eventuali ulteriori sviluppi.

Translate »