Tempo di lettura: 8 minuti

NON UCCIDERMI MAMMA!

Non Uccidermi Mamma”!

 

Intorno alla Notizia orrida, o scandalistica si organizza, dapprima l’interesse, intenso, determinato, delle folle e della massa.” Una Madre Uccide il proprio bimbo”. Orrore!!

Questo interesse protratto e intenso, ha alla base motivazioni profonde individuali e collettive, che avvicinano il singolo e la collettività a quanto di proprio sente irrisolto misterioso, e conturbante. Questo interesse mediatico lede indirettamente il giusto processo, e i diritti dell’indagato e delle vittime. Angosce di morte, tabù e residui aggressivi, si riattivano innanzi a questi accadimenti e prendono forma, il singolo cerca una via alla loro risoluzione del conflitto rievocato e alla loro catarsi, attraverso quanto gli è permesso e dato in termini di risorse personali, strutturali, e sociali. Possiamo dire che i delitti atroci, orridi, e gli eventi traumatici, o scandalistici, costituiscono occasioni di crisi; a queste occasioni di crisi la psiche tenta di dare risposte utili, plausibili, e accettabili, con evidente funzione catartica o all’ opposto di scarica della aggressività attivata dall’evento. Risposte che si formulano in credenze acritiche, utilizzando, anche in società moderne, meccanismi primitivi nel singolo soggetto, e modalità difensive sociali, già intraviste in altre epoche. La madre che uccide, condannata a 30 anni, è una notizia atroce da non reiterare, per la valenza patogene sui bimbi, sula fiducia di base di ogni uno di noi. Il dolore e il dispiacere, o la crisi evocata dall’ evento orrido o scandalistico, abbisognano di una risposta integrante e interagente, che conservi l’assetto personale e sociale rotto, o ne ritrovi uno nuovo, utile e stabile: dare risposte razionali al delitto orrido. Delitti ripetuti, che mantengono la loro caratteristiche di novità, di eccezionalità nel processo ricostruzione dell’evento; nelle vicende processuali assumono, qualora il senso del celato, si infittisca e rinvigorisce l’interesse. Nella tensione alla risoluzione: il ritiro delle proiezioni, delle identificazioni. Non uccidermi mamma!!

 

 


Articoli Relativi

TIKTOK: GENITORI ATTENTI

TIKTOK: GENITORI ATTENTI

TikTok è un recente social network cinese dal successo planetario. Fondato nel 2015 come Musical.ly e lanciato tre anni dopo in tutto il mondo con l’attuale nome, nel 2020 ha superato il miliardo di utenti. Il funzionamento è semplice: si possono caricare video della...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *