Set 19, 2011 | Notizie | 0 commenti

Tempo di lettura: 8 minuti

NEL BELPAESE LA BANCONOTA E’ PIU’ USATA DELLA CARTA DI CREDITO

banconoteIn Italia circola ancora troppa moneta. E’ questo il dato rilevato dal governatore della Banca d’Italia Mario Draghi. Questo risultato rappresenta spesso un problema, perché oltre a favorire l’evasione fiscale (e ad essere meno sicura), la gestione del denaro di carta costa in Europa 50 miliardi l’anno, 10 spesi in Italia, circa 170 euro a testa. Come è possibile che la carta di credito abbia ancora difficoltà di utilizzo? A questo quesito hanno risposto con video e post, sei giovani blogger provenienti da diverse città italiane, che hanno partecipato alla «No cash week» organizzata da No Cash Day e da Mastercard. Ai ragazzi, selezionati dopo tre settimane di casting, è stata concessa una carta prepagata del valore di cinquecento euro, da spendere dal 20 al 27 luglio. L’impegno era di pagare tutti i loro acquisti con moneta elettronica. Documentando l’esperienza sul web con dei veri e propri diari. Le difficoltà sono state tante in quanto diversi esercizi commerciali non erano pronti ad essere pagati attraverso il “Pos”.  I problemi maggiori sono stati per il tabaccaio o il bar. Purtroppo la pratica del pagamento elettronico non è ancora molto diffusa, e in più le commissioni a carico degli esercenti non aiutano. Ecco spiegati i musi lunghi dei tassisti, commercianti e addetti alle vendite, che in alcuni casi, sotto una certa soglia, non hanno concesso il pagamento. Scena già vista.

Articoli Relativi

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI A BUSTO ARSIZIO Civicrazia, nell'ambito delle Antenne Civicratiche,  ha istituito già da anni il Premio Studenti Civicratici. Giovedì 6 giugno 2024 sono stati premiati quattro studenti degli Istituti Acof - Olga Fiorini di Busto Arsizio...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *