domenica 22 Gennaio 2023

Immigrazione e Cittadinanza attiva

giovedì 5 Ottobre 2017 14:44
Notizie
Immigrazione e Cittadinanza attiva
 
L’intensificarsi dei flussi migratori, il triste epilogo degli sbarchi dei disperati, il business che le élites traggono dal fenomeno, tollerando, se non addirittura favorendo, la tratta di esseri umani, fa riemergere con forza la questione relativa alla globalità del tema dell’immigrazione, delle condizioni in cui questo si verifica, del multiculturalismo e dell’integrazione, del diritto alla cittadinanza e della gestione del territorio. Macrotemi, che richiedono da parte dei governi dei Paesi interessati a tali problematiche risposte immediate e concrete, anche al fine di non acuire conflitti e compromettere equilibri già precari. Ed è quello cui invece stiamo assistendo, a causa del clima di confusione che pronunciamenti ed azioni contraddittorie stanno producendo in aggiunta a conoscenze superficiali e generiche che circolano anche su certa stampa a sostegno di nefandezze che vengono originate nelle stanze parlamentari. Tutto questo chiama in causa il diritto ma anche la responsabilità di esercitare una cittadinanza attiva, di sentirsi parte di un sistema che chiama ciascuno a fare la propria parte, a non delegare, a non farsi depauperare delle prerogative essenziali di un sistema democratico per cui si è pure tanto combattuto, a recuperare la fiducia in una mobilitazione popolare che possa conseguire effetti decisivi, che possa generare finalmente la svolta. Bisogna allora educarsi ed educare all’alterita’, alla reciprocità, alla legalità, rimediando ai fallimenti delle politiche che non si pongono al servizio di una crescita sociale e culturale delle comunità, ai fallimenti della scuola, del sindacato, di tutti quei soggetti e realtà anche associative che hanno abdicato alla genuinità delle primigenie ideologie che sono le ragioni della propria esistenza.

Translate »