lunedì 10 Agosto 2020

Il Laboratorio Privacy Sviluppo con il Cittadino

lunedì 27 Luglio 2020 12:07
Laboratorio

Il 18 novembre 2006 nasce il Laboratorio Privacy Sviluppo. Questa idea è generata dalla volontà di esprimere il lato attivo e del potenziamento della vita privata (in questo senso privacy e vita privata coincidono e non si fermano alla protezione ma espandono il proprio essere). Il Laboratorio mira, quindi, a fare concretamente realizzare le idee meritevoli. Il Cittadino è considerato da questo Organismo Internazionale protagonista al 100% del panorama italiano. Come si concretizza questo messaggio? Sono molteplici le vie attraverso le quali i singoli cittadini possono far muovere le proprie idee. Ogni idea che nasce nel cuore e nella mente delle persone può essere soggetta a rischi. Come superarli?
Spesso accade che, sebbene le idee siano ottime, non si riesca a metterle in pratica o a farle decollare nel modo giusto. Il passaggio dall’idea astratta alla sua concretizzazione comporta un processo analitico non sempre intuitivo. Si possono incontrare difficoltà e ostacoli che vanno a rallentare il processo di realizzazione. Non sempre i Cittadini hanno le competenze per riuscire a concretizzare delle idee. Necessitano di un aiuto sicuro. A questo scopo il Laboratorio Privacy Sviluppo si adopera per fornire alle persone un processo analitico e di realizzazione che comprende molteplici passi. Ogni passo consiste in uno studio di vari aspetti dell’idea in oggetto.
Il Laboratorio Privacy Sviluppo considera ogni possibile aspetto relativo alla realizzazione completa dei propri sogni. È infatti giusto che i Cittadini siano liberi di operare la creazione concreta di un progetto. Ciò non è poco! È capitato che buone idee siano state apprezzate talmente tanto da essere letteralmente rubate agli ideatori senza dar loro alcun merito. Il contesto in cui il Laboratorio Privacy Sviluppo opera è un ambiente sicuro e protetto dove gli interessi del cittadino sono la priorità. L’aiuto che viene offerto rappresenta un ambiente creativo e pragmatico allo stesso tempo. L’obiettivo principale è la piena realizzazione degli obiettivi della persona secondo i suoi desideri.
Anche attraverso l’aiuto offerto, il Laboratorio Privacy Sviluppo ha il suo. A differenza dei soliti sistemi però, questo si concretizza per il Laboratorio Privacy Sviluppo con la realizzazione della persona e delle proprie idee. Sembra una favola, vero? Come è possibile che esista qualcuno che voglia aiutare per il semplice gusto di vedere le speranze di un individuo realizzate? La risposta a questa domanda è in realtà molto logica. Riuscire a supportare una persona e la sua idea porta grande beneficio al diretto interessato. Il punto è che non è solo il diretto interessato a trarne un profitto positivo. Proviamo ad immaginare la realizzazione concreta di un’idea, di un progetto. L’ideatore vivrà con immenso entusiasmo il suo lancio e darà il massimo per mantenerlo. Ciò lo porterà ad offrire un servizio più che efficiente. Sarà quindi non una pigra e insofferente frustrazione continua, bensì un entusiasmante operato che è il riflesso della realizzazione del suo ideatore. La soddisfazione legata alla realizzazione del suo progetto si manifesta nel suo operato. Chi ne beneficerà? Tutta la comunità.
Immaginiamo ora che tutti abbiano la possibilità di realizzare i propri progetti. Tutto il sistema funzionerebbe molto meglio in quanto ad operare sarebbero persone altamente motivate ed entusiaste del proprio lavoro. Crescendo sempre di più il numero di persone soddisfatte i servizi sarebbero migliorati e il morale della popolazione sarebbe molto più alto. Si attiva una sinergia che mette in moto ingranaggi potentissimi.
Come si attiva e come cresce il sistema creato dal Laboratorio Privacy Sviluppo? Si attiva con un’idea ed è in continuo movimento. Mantenendo aperto un dibattito e un confronto positivo, la crescita e il perfezionamento di un progetto è continua. Si nasce e si cresce. Non si può pensare che un progetto sia perfetto così come nasce. E poi, comunque, perché privarsi della possibilità di migliorarlo ancora di più? È vero che ognuno di noi ha delle caratteristiche e delle attitudini differenti. Esistono persone con una vena creativa spiccata, adatte alla creazione di idee nuove e stimolanti.
Da queste solitamente nascono le idee e i progetti innovativi. Sono persone adatte al problem solving o a immaginare vie alternative per la risoluzione di blocchi o problematiche incontrate durante la realizzazione del progetto. Altre persone sono caratterizzate da un grande spirito di osservazione che si lega ad un profondo perfezionismo. Ogni bella idea può avere dei piccoli o grandi ostacoli che possono rallentare o svalutare l’intero progetto. Le persone pragmatiche notano con oculatezza questi problemi o difetti. Sono i soggetti che permettono di portare a galla dei nodi relativi al progetto che, se non corretti subito, verrebbero a galla comunque in seguito. Ciò provocherebbe uno stridere con la bellezza dell’idea e un limite.
Questi due tipi di personalità sono entrambi estremamente necessari. Immaginiamoli in un processo circolare permanente. Nasce l’idea! Il creativo la espone, descrivendo la sua integrità e i suoi scopi. Interviene così il pragmatico che esamina minuziosamente il progetto nei suoi dettagli. Come possiamo fare per metterlo in pratica? Possono esserci aspetti da modificare o da modellare, piccole crepe da aggiustare. Questa parte del processo si basa molto sulle esperienze di chi viene coinvolto.
Una volta messo nero su bianco il pensiero pragmatico relativo al progetto, il creativo interviene nuovamente per offrire possibilità per nuove soluzioni. Propone vie alternative e cerca di capire se sia possibile aggirare una situazione problematica modificando alcuni aspetti dubbi del progetto. Queste proposte vengono vagliate dal pragmatico, il quale spiega quali potrebbero essere le conseguenze di ogni singola proposta. Ogni variazione derivabile dai cambiamenti del progetto viene prospettata. A questo punto il creativo analizza i possibili scenari proposti e li rielabora secondo il suo punto di vista. Così il cerchio va avanti e non smette mai di progredire. In questo modo il progetto è in una crescita continua!
È necessario porsi in condizioni di accettare le osservazioni e le critiche che possono essere sollevate. Il contesto in cui questo processo nasce e cresce è un ambiente positivo, dove ogni osservazione, ogni critica e proposta di modifica sono volte al bene del progetto e soprattutto alla realizzazione della persona.
Seguendo questo piano d’azione, l’obiettivo sarà raggiunto e si concretizzerà un’idea fortemente desiderata dal suo creatore. L’impegno e la dedizione per un sogno sono stimoli forti che danno una grande spinta ai propri ideatori. Il Laboratorio Privacy Sviluppo crede profondamente nella persona e fornisce i mezzi per la sua realizzazione e per la realizzazione dei suoi sogni.