Lug 29, 2016 | Notizie | 0 commenti

Tempo di lettura: 8 minuti

IL BRANCO, NOI LUPI BIANCHI!

Il Branco, noi Lupi bianchi!

Non solo bullismo, ma Baby-gang, con tipologie differenti, il gruppo si propone come spazio “sociale” a dissociali giovanissimi, che appaiono privi di ogni capacità empatica, di identificazione, di rispetto delle regole, immersi nel vuoto esistenziale; riempiono l’assenza di integrazione allargata, con il consumo di stupefacenti, assumendo ruoli in organizzazioni di microcriminalità. Negano ogni funzione istituzionale, ogni l’Autorità, sostituita da simboli di forza intergrupale, che si incarna nel leader. GANG che si elevano agli onori della cronaca con condotte vessatorie, violente, di oltraggio, ai danni delle persone, non solo coetanei, ma del patrimonio pubblico, e di ogni inerme passante. Unica volontà: devastare, predare, ribellarsi in maniera acritica. “Branco violenta coetanea e realizza filmato,” oscena, tale violenza; spietati, senza paura, negando ogni valore dell’altro, magari della Coetanea e amica. La loro capacità empatica è   spesso assente. Prevale, risolutezza, minaccia dura, ripetitiva, che vuole intimidire, umiliare, denigrare. Il loro agire, recidivo, soverchiante, primitivo, istintuali; dove il clan, le sue droghe, i suoi leader, sono una piattaforma per una Appartenenza. Crudeli, non sempre un intreccio di storie violente, di narcisismi feriti, assenze. Duplicati di pellicole, immagini cruente, privi di contatto, di legami stabili, di fiducia, di riconoscimento dell’altro.” Si trasformano, camaleontici e istrionici, per non essere fermati: miti con i più forti, temibili con i più deboli”. Tutto è vacuo, l’aggressività disinibita, la sessualità precoce; nutrono immagini forti, esperienze limite. Sottrarli al mondo del crimine? prevenire i loro agiti violenti? Madri e Padri non bastano! “Non mi importa di quello che lei sentiva, l’ho fatto e basta…l’abbiamo fatto, tutti, era un poco di buono,”. Le soluzioni a fatti crudeli, dove giovani vittime perdono la vita, per continue sevizie, indotte al suicidio; vanno ricercate, in fretta. L’opera di contagio è interculturale. Il Branco ha bisogno di risposte: imputabilità, e cura, non impunità. Predatori cercano l’Istituzionale Presenza, la Genitoriale Responsabilità. Onnipotenza Cruenta? Vogliono Essere fermati.!…

 

Donatella Mereu

Articoli Relativi

MOVITA’ GENNAIO-FEBBRAIO 2024

MOVITA’ GENNAIO-FEBBRAIO 2024

Anno 20 | Numero 1    gennaio-febbraio 2024 Newsletter del Movimento di Volontariato Italiano In questo numero:   Editoriale – LA LOGICA REGOLATORIA DELLA RIFORMA HA CERCATO DI METTERE ORDINE: MA DOBBIAMO SALVAGUARDARE L’ANIMA RELAZIONALE DEL VOLONTARIATO IN UN QUADRO...

leggi tutto
GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

21 FEBBRAIO 2024, ANCORA INSIEME PER LA GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE Il Codice Braille è strumento geniale e di sorprendente attualità Il Braille ha permesso a non vedenti una vita come parte attiva delle proprie Comunità. La giornata commemorativa quest'anno con...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *