sabato 4 Febbraio 2023

Fumo e Sintesi magica

venerdì 7 Ottobre 2016 15:52
Notizie

Fumo e Sintesi magica

E’ comune indignarsi ogni volta che si vede un pacchetto di sigarette rivestite di immagini terribili di malattia e di morte. Esposte alla vista di fumatori e non, di bambini, adolescenti. Fumare, una dipendenza, un bisogno sfruttato, dallo stato con i sui ricavi monopoli o di stato, dalle case produttrici, e da tabaccherie che oltre alle sigarette vendono, francobollo, gratta e vinci, numeri al lotto. Tutto sotto il rigoroso controllo del monopolio di stato. La sintesi magica che lo stato, il ministero della salute, e le case produttrici hanno trovato, per agire una azione di totale deresponsabilizzazione dei danni da fumo, ed evitare risarcimenti miliardari, fingere di garantire la prevenzione: attraverso l’immagine raggelante e avversiva della morte, della malattia. Immagine avversiva che dolorosamente esposta non solo ai fumatori induce paura, ribrezzo, terrore. Questa intelligente, astuta manipolazione, ha una solo funzione: garantire le case produttrici da risarcimenti, alle volte miliardari, sentenze estere; garantire la doppiezza della scomoda posizione dello stato che legittima e si delegittima. Perché non impedire le vendite delle sigarette? O per coerenza con i principi della prevenzione, legiferare affinché venga a cadere l’esclusivo monopolio di stato? Liberalizzarle, cosi che lo stato in prima fila non si comporti come uno spacciatore di sostanze nocive, ma avendo l’onere di tutelarti scriva e mostri che il fumo uccide? Mi indigna lo sfruttamento delle dipendenze di cittadini, mi indignano le campagne sul gioco d’azzardo, quando i Casinò, anche questi sono gestiti da organismi dello stato. È aberrante l’ingenuità con la quale la comunicazione di morte leda ulteriormente il fumatore e chi lo circonda, e contemporaneamente, con vili modalità il Ministero della Sanità, industria del tabacco, Monopolio di stato, mostrino i loro morti, per scagionarsi dal profitto che ricavano, in esclusiva per giunta, senza rischiare di essere accusati, o trascinati in tribunale per risarcire la morte di un fumatore incallito. Possibile che nessuno si ribelli al venditore di veleni, curante, e tutore e garante della salute, che come Ponzio Pilato, si limita a dire e mostrare, arrecando danni psicologici rilevanti, delle tracheotomie, al solo fine di proteggere sé stesso, non il fumatore. Lo stato trova sintesi magiche e creative, in un interesse fra pubblico e privato, e come le peggiori delle matrigne espone l’orrore, al fine di assolvere al mancato recapito dei propri doveri.

Translate »