Tempo di lettura: 8 minuti

SCHIFANI: LA FIDUCIA NELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE È SCOSSA

 Nel corso della relazione della Corte dei Conti europea, tenutasi a Roma lo scorso 4 marzo, il Presidente del Senato Renato Schifani ha posto l’accento sull’inclinazione della credibilità delle istituzioni oramai riscontrabile in Italia.

“In un momento come l’attuale, ove così scossa è la fiducia nelle istituzioni pubbliche – ha denunciato Schifani –, il ruolo dei meccanismi di controllo, delle istituzioni di garanzia appare più che mai cruciale per rafforzare le fondamenta stesse delle istituzioni”, sottolineando che “più incisiva ed efficace deve divenire la lotta contro ogni fenomeno di corruzione e di uso distorto delle risorse pubbliche”.

Le dichiarazioni del Presidente del Senato arrivano in un momento cruciale per il nostro Paese: non a caso, un sondaggio reso pubblico nella stessa giornata dall’Ispo rivela che un cittadino su quattro dichiara ormai di vergognarsi di far parte dell’Italia, e che il 50% della popolazione ha almeno un motivo per essere imbarazzato del proprio Paese.

Una anomalia nei confronti della quale Civicrazia sicuramente sta conducendo indagini e farà sentire la propria voce. Se ne parlerà anche nella prossima conferenza regionale di Milano, il 12 marzo.

Leggi gli altri articoli della sezione

 

Articoli Relativi

MOVITA’ GENNAIO-FEBBRAIO 2024

MOVITA’ GENNAIO-FEBBRAIO 2024

Anno 20 | Numero 1    gennaio-febbraio 2024 Newsletter del Movimento di Volontariato Italiano In questo numero:   Editoriale – LA LOGICA REGOLATORIA DELLA RIFORMA HA CERCATO DI METTERE ORDINE: MA DOBBIAMO SALVAGUARDARE L’ANIMA RELAZIONALE DEL VOLONTARIATO IN UN QUADRO...

leggi tutto
GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

21 FEBBRAIO 2024, ANCORA INSIEME PER LA GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE Il Codice Braille è strumento geniale e di sorprendente attualità Il Braille ha permesso a non vedenti una vita come parte attiva delle proprie Comunità. La giornata commemorativa quest'anno con...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *