Apr 28, 2011 | Notizie | 0 commenti

Tempo di lettura: 8 minuti

ITALIA VS UNIONE EUROPEA: ECCO CHI PRENDE E CHI DÀ

unione_europeaOdio e amore. Divisa tra i più ferventi europeisti e chi invece sull’Europa storce il naso, vero è che l’Italia in ogni caso si trova a dover fare i conti con la sua appartenenza all’Unione Europea.
E proprio di conti parliamo, prendendo come spunto un articolo di Franco Bechis – vicedirettore di Libero – uscito sul quotidiano qualche giorno fa.
Secondo quanto sostenuto da Bechis, Bruxelles ci deve 6,5 miliardi di euro, aumenta le sue richieste e diminuisce, di contro, i fondi a nostro favore. Nel 2010 ad esempio, per fare funzionare l’Europa dell’euro gli italiani hanno sborsato, di tasca propria, 6,5 miliardi di euro. Nel 2009 parliamo di ben 15 miliardi di euro. In cambio abbiamo ricevuto finanziamenti per i fondi previsti di sostegno alle aree disagiate (in gran parte nel Mezzogiorno) per un totale di 7,7 miliardi di euro. Facendo i conti quindi, ci abbiamo rimesso 7,2 miliardi.
Risorse importanti e ingenti, a cui dovrebbe fare, da contrappeso, un eguale cifra prevista dal governo nazionale o dagli enti locali che invece, al contrario, non attivano la procedura. Basti pensare ad i fondi persi, molte volte, per incapacità o incuria, come ha dichiarato più volte lo stesso Ministro dell’Economia.
Una situazione non facile quindi, che unita alla già grave situazione economica rischia di acutizzare sentimenti di insofferenza e di ostilità nei confronti delle strutture burocratiche sovranazionali.    

 

Articoli Relativi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *