lunedì 23 Gennaio 2023

Easy Tour con la decima tappa approda in Sardegna

martedì 11 Maggio 2010 14:24
Notizie

 Decima tappa di Easy Tour: Save the Children e Adiconsum approdano nelle scuole della Sardegna dal 10 al 14 Maggio per sensibilizzare ragazzi, genitori e insegnanti sull’utilizzo consapevole e responsabile dei nuovi media

Internet e i nuovi media fanno ormai parte della quotidianità dei bambini e degli adolescenti: il cellulare è utilizzato dal 95% dei ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, mentre internet viene usato dall’86% di loro, con una particolare diffusione dei servizi web 2.0, quali servizi di visualizzazione video (65,2% dei ragazzi), messaggistica istantanea (62,2%) e social network (43,7%).
Nella rete i giovani pre-adolescenti e adolescenti italiani portano tutto il loro mondo: non solo amicizia, intrattenimento, relax e informazione, ma anche sessualità e sesso. I ragazzi e le ragazze italiani infatti fanno ampio uso della rete per esprimere e vivere la loro sessualità, rilasciando anche con relativa facilità i loro dati personali. L’8% dei minori tra i 15 e i 17 anni che usano Internet posta foto di sé nudi – ma il dato potrebbe essere sottostimato – e per il 47% dei pre-adolescenti e adolescenti italiani il primo invio di immagini con riferimenti sessuali avviene tra i 10 e i 14 anni.
Quello che colpisce è che questi giovani si dichiarano consapevoli dei rischi e dei pericoli nei quali rischiano di incappare. Le molestie via cellulare o e-mail vengono segnalate come un problema all’ordine del giorno da circa un terzo degli intervistati (29%), così come l’alta probabilità – dichiarata dal 37% – di imbattersi in maniaci o squilibrati in caso di scambio di immagini a contenuto sessuale. Tuttavia anche se sono razionalmente consapevoli che prevalgono i rischi (76%) sui vantaggi (7%) questo non sembra essere un deterrente.

Questo sembra confermare come l’utilizzo che i ragazzi fanno di Internet e cellulari sia fortemente influenzato dalla sfera delle relazioni e delle emozioni e che pertanto l’affettività, insieme alla percezione del rischio e alla consapevolezza dei pericoli, sia un ambito fondamentale sul quale agire in termini di prevenzione quando si parla di sicurezza in rete. In questo contesto, tutti gli attori coinvolti nei processi educativi e nel settore delle nuove tecnologie – la famiglia, la scuola, le istituzioni, l’industria ICT, i media – sono chiamati a prestare una particolare attenzione al fenomeno e ad adeguare il proprio impegno educativo alle nuove forme di comunicazione, in modo da promuoverne un utilizzo consapevole e responsabile.

Save the Children e Adiconsum dal 2004 lavorano insieme al progetto Easy – cofinanziato dal programma Safer Internet della Commissione Europea – per la sensibilizzazione dei minori ad un uso consapevole e responsabile dei nuovi media, in particolare internet e cellulari. Nell’ambito della campagna, anche quest’anno – per il quarto anno consecutivo – hanno preso il via le settimane di sensibilizzazione che costituiscono le tappe dell’Easy Tour, un viaggio partito lo scorso 26 ottobre da Lissone (MB) in Lombardia che ha toccato in tutto 11 regioni italiane e che si conclude in questi giorni in Sardegna.
Il tour di Easy è un viaggio in bus – l’Easy bus – equipaggiato con videogiochi e nuove tecnologie che stazionerà presso le scuole e le piazze delle cittadine toccate dal tour. Il ludobus, allestito in collaborazione con l’Associazione Editori Software Videoludico Italiana (AESVI), darà la possibilità a ragazzi e ragazze che lo visiteranno di vivere un’esperienza di gioco diversa rispetto a quella usuale, perché inserita all’interno di un’attività educativa.

La decima e ultima tappa del tour di Easy – dal 10 al 14 aprile – sarà in Sardegna, dove il team dedicato di Save the Children e Adiconsum lavorerà con diverse scuole della regione.
Le attività della settimana di sensibilizzazione in Sardegna e il progetto Easy sono stati presentati nel corso della conferenza stampa che si è svolta questa mattina alle 10,30 presso l’Hotel Duomo di Oristano, alla quale hanno preso parte Giorgio Vargiu Segretario Generale Adiconsum Sardegna, Angela Nonnis Sindaco di Oristano, il coordinatore del tour per Adiconsum Antonio Stavole, il coordinatore del tour per Save the Children Mauro Cristoforetti e Antioco Patta Segretario Generale CISL Oristano.

Nel corso della settimana si svolgeranno incontri e laboratori con gli studenti nelle scuole, appuntamenti con i genitori e una formazione mirata per gli insegnanti delle scuole partecipanti, che consentirà loro di avviare un percorso di media education con gli studenti. Inoltre attraverso giochi di ruolo e simulazioni gli alunni avranno modo di riflettere sul significato di “sicurezza in rete” e sul loro comportamento online. Inoltre il Ludobus sarà presente in piazza Roma a Oristano dove accoglierà tutti coloro che vorranno visitarlo. Nell’occasione verrà inoltre fornito materiale informativo.
Le attività saranno supportate da diversi strumenti operativi sviluppati nell’ambito del progetto; in particolare verranno distribuiti gratuitamente ai partecipanti degli incontri formativi un manuale didattico per insegnanti e la Guida per genitori “Educazione e nuovi media” – nuova pubblicazione realizzata da Save the Children in collaborazione con Adiconsum e Coordinamento Genitori Democratici – oltre a quelli messi a disposizione sui siti internet www.easy4.it, www.stop-it.org, www.sicurinrete.it e all’Help Desk attivo a livello nazionale per garantire sostegno a distanza per insegnanti ed educatori coinvolti nel percorso educativo.

 

Translate »