Set 24, 2009 | Notizie | 0 commenti

Tempo di lettura: 8 minuti

DECRETO LEGISLATIVO 27 OTTOBRE 2009 N.150 PUBBLICATO IN G.U.

Il decreto legislativo di attuazione della riforma della pubblica amministrazione è approdato in Gazzetta Ufficiale (Decreto legislativo 27 ottobre 2009 n.150 – GU 31 ottobre 2009).

Il provvedimento – che era stato approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri del 9 ottobre scorso – entrerà in vigore il prossimo 15 novembre.
La riforma ha l’obiettivo di migliorare l’organizzazione del lavoro pubblico e la qualità delle prestazioni erogate, adeguare i livelli di produttività e riconoscere finalmente i meriti e i demeriti dei dipendenti e dei dirigenti pubblici.
Una “riforma positiva” l’ha definita il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri. “Perfettibile ma non perfetta e se qualcosa non va siamo aperti a cambiare in corso d’opera” ha aggiunto il ministro della pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta.
Una riforma che coinvolge tutto l’apparato pubblico e che nei prossimi mesi sarà sperimentata nei comuni sulla base di una intesa che il ministro ha firmato con l’Anci. L’obiettivo è aumentare la produttività del lavoro pubblico dal 20 al 50 per cento.  
“Una rivoluzione nel funzionamento della pubblica amministrazione che è una grande spinta per la modernità del Paese – ha dichiarato il premier che ha voluto ribadire i principi della riforma: maggiore trasparenza, risposte più rapide, meno assenteismo e più cortesia e qualità dei servizi, una amministrazione realmente al servizio dei cittadini.
Il ministro Brunetta, autore della riforma l’ha definito un “provvedimento all’insegna del segno più: più trasparenza, più rapide risposte alle esigenze dei cittadini, più qualità, più lotta alla corruzione, più merito, più dignità e reputazione per i lavoratori, più responsabilità per i dirigenti, più produttività.
Una riforma organica, dunque, non per tagliare risorse ai dipendenti pubblici  – ha detto ancora Brunetta – ma per farli lavorare meglio. Una riforma fatta per 60 milioni di cittadini e anche per i 3 milioni e 600mila dipendenti.
La grande novità del provvedimento è l’istituzione dell’agenzia di valutazione. "Una grande novità – ha affermato Brunetta – che ci porta a livello europeo per standard, controlli e valutazioni. La realizzeremo nelle prossime settimane al più alto livello possibile".
E’ la prima volta nella storia della Repubblica che una legge così articolata e rilevante per il rilancio dell’efficienza e della produttività economica nel Paese viene approvata in poco più di 15 mesi.  

 

 

Faq Rete Civicratica

(Clicca qui per leggere il testo completo del Dlgs 150)

Articoli Relativi

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI

PREMIO STUDENTI CIVICRATICI A BUSTO ARSIZIO Civicrazia, nell'ambito delle Antenne Civicratiche,  ha istituito già da anni il Premio Studenti Civicratici. Giovedì 6 giugno 2024 sono stati premiati quattro studenti degli Istituti Acof - Olga Fiorini di Busto Arsizio...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *