sabato 4 Febbraio 2023

 La civicratica Adiconsum allerta i consumatori a difendersi dalle vessazioni degli operatori telefonici, come nel caso della penale di Telecom Italia.
Riportiamo un estratto da Mia Economia:

“L’associazione dei consumatori segnala una situazione giudicata in modo negativo: la proposta di Telecom di applicare una penale fissa di 9 euro, più interessi di mora fino al 5,5% per i ritardi di oltre 10 giorni. A conti fatti, spiega Adiconsum, nella telefonia fissa la media delle bollette va dai 30 ai 40 euro, con un peso percentuale enorme del canone fisso sull’intero importo.
Gli aumenti prospettati da Telecom equivarrebbero ad un aumento medio che va dal 25 al 40% per i cosiddetti ritardatari. Da qui la reazione del segretario nazionale dell’associazione, Pietro Giordano, che ha parlato di una proposta inaccettabile, "Adiconsum, unitamente alle altre associazioni, ha espresso all’Agcom la sua piena contrarietà". 
Adiconsum, del resto, fa notare che la proposta di Telecom scaricherebbe costi enormi sui consumatori, senza poter verificare se è Telecom che consegna le bollette in ritardo o se il ritardo nella consegna ai consumatori è addebitabile alle poste. Come dire, i costi dei ritardi postali potrebbero essere scaricati sugli utenti, che spesso ricevono le bollette a un paio di giorni dalla scadenza se non addirittura a termini già passati!

 

Leggi gli altri articoli della sezione

Translate »