giovedì 9 Febbraio 2023

il-nostro-900Presso la sede della Regione Campania a Roma lunedì 24 gennaio 2011 si è tenuta la presentazione del volume intitolato “Il nostro novecento”.
Un lavoro eseguito da due elementi di spicco del giornalismo napoletano: Ermanno Corsi e Stefano Maria Toma. A moderare il dibattito, il giornalista Domenico Liguori che ha alternato gli interventi effettuati da personalità del mondo del giornalismo, politico ed amministrativo.
Di grande interesse l’intervento di Antonio Ghirelli, firma storica del giornalismo napoletano ed italiano, che ha sottolineato l’originalità del lavoro, in particolare in riferimento a come il mondo del giornalismo si evolve e cambia. Secondo Ghirelli, Ermanno Corsi nel suo racconto rappresenta l’anima storica dell’informazione; Toma invece è stato da sempre aperto alle dinamiche che hanno portato allo sviluppo dei media.
Il Presidente dell’Associazione Interessi del Mezzogiorno, On. Gerardo Bianco, ha ribadito come nel volume si trovino importanti riferimenti temporali e la storia politica della città di Napoli: dal primo Presidente della Regione Mancino all’abolizione della cassa del mezzogiorno. Raccontare fatti, esperienze e società, una passione divenuta professione per due uomini, due giornalisti. Ermanno Corsi e Piero Antonio Toma, che hanno vissuto mezzo secolo di attività.
Corsi e Toma hanno preso spunto dalla loro esperienza di cronisti e hanno deciso di descrivere il loro, o meglio, “Il nostro novecento” a quattro mani raccogliendo emozioni e fatti in un libro in cui il rapporto fra informazione e società rappresenta il nucleo del discorso, rendendo partecipi i lettori della storia cittadina.
A puntualizzare l’impegno per Napoli, a cui hanno contribuito i coautori, è stato l’avvocato Giuseppe Fortunato, Presidente di Civicrazia e Componente del Collegio del Garante della Privacy che sottolinea come per questa città urge una nuova gestione, il tutto all’insegna del modello partecipativo fondato su un cittadino protagonista. Ancora, il Presidente di Civicrazia apprezza le modalità vive di narrazione degli autori, ed invita i napoletani, e non solo, a prendere spunto dai vari spaccati cittadini descritti per dare una “Svolta” alla città di Napoli.
La presentazione del libro è stata allietata dall’artista Marco Zurzolo, che ha interpretato brani emblematici per la storia e le origini della città partenopea.

Translate »