sabato 4 Febbraio 2023

 

 

Azioni civicratiche e benessere ambientale

 

 

Azioni civicratiche e benessere ambientale.

Diventa sempre più cogente e importante  attivarsi con urgenza, affinché si rispettino i principi di precauzione ambientale per innescare un ciclo virtuoso da parte dell’umanità tutta nei confronti del nostro pianeta Terra. In relazione a questa seria problematica ambientale, che incide sia sulla salute degli esseri umani ma anche su quella di animali e vegetali, occorre un lavoro comune e  avere rapporti con altri comitati e associazioni che si occupano prevalentemente del benessere ambientale.
E’ necessario che l’azione civicratica in tal senso, provenga direttamente da chi è il titolare della democrazia e cioè dal Cittadino.
Sosteniamo tutti l’appello di  Comitati locali che si battono per evitare l’impianto di antenne 5G sui nostri territori, senza che venissero rispettati i suddetti principi di precauzione.
Questi nostri amici, dopo aver fatto appelli ufficiali nei confronti delle istituzioni comunali, hanno raccolto  firme affinché il sindaco e la giunta comunale potessero rendersi conto  che la cittadinanza era molto sensibile alla situazione che si stava creando sul territorio.
Così come è stato fatto a Roma, è utile la conferenza sui problemi provocati dall’elettromagnetismo.
Recentemente a Roma hanno partecipato diversi tecnici ed esperti del settore, nonché alcuni rappresentanti ufficiali del comune, tra i quali lo stesso sindaco.
Arrivati a questo punto vogliamo sperare che questo problema, riguardante tutta la popolazione di un vasto territorio, sarà oggetto di confronto ufficiale tra le istituzioni comunali e i cittadini che risiedono in quei territori, affinché si possa subito eliminare al massimo le problematiche derivanti da questa tecnologia che, come noi tutti ben sappiamo, si sommerebbero in modo esponenziale alle altre problematiche provocate dall’enorme inquinamento che affligge il nostro pianeta oramai da decenni.
È chiaro che più gente partecipa a queste iniziative civicratiche, maggiore è l’impatto sociale che i cittadini possono avere sulla cosa pubblica; quindi noi riteniamo assolutamente fondamentale che queste modalità di partecipazione vengano pubblicizzate al massimo e in tutti i modi possibili, soprattutto tra i giovani e gli studenti, affinché si crei  una nuova mentalità civicratica, che renda sempre più possibile la presenza sul territorio di persone che sappiano interagire in maniera positiva e costruttiva con le istituzioni politiche ed amministrative, a tutela di quelli che sono i veri diritti che la nostra Costituzione sancisce in maniera categorica.

Stefano Fabroni

Presidente Comitato Salute e Ambiente Asl Rm5

Translate »