sabato 4 Febbraio 2023

  Un Natale meno costoso per chi si sposta. In quest’ottica Adiconsum, fra le Associazioni Guida di Civicrazia, espone il suo invito ai petrolieri a ridurre prezzo carburanti nel periodo natalizio. A tale scopo l’incontro svoltosi  tenutosi in sede di Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra Unione Petrolifera e Associazioni Consumatori. Adiconsum ha presentato 10 proposte; tra queste:

1) Obbligo di esposizione dei prezzi sui totem. Sebbene l’obbligo sia già in vigore, Adiconsum chiede l’introduzione di sanzioni per i non ottemperanti.

2) Variazione periodica dei carburanti, così da ridurre gli effetti speculativi in piena logica di mercato. In questa prospettiva l’Autorità dell’energia potrebbe essere incaricata di monitorare le variazioni rispetto alle variabili internazionali.

3) Un aumento della distribuzione indipendente, che favorirebbe l’insediamento di pompe anche nella GDO.

4) Un’estensione degli orari di servizio (dalle 6 alle 22), che garantirebbe un calo di prezzo.

5) Un controllo contro gli abusi sulle royalties per la benzina in autostrada.

6) L’introduzione in autostrada dei totem informativi dei prezzi dei carburanti all’entrata dei caselli anziché nei tratti a forte velocità.

7) Una maggiore chiarezza sull’utilizzo e le conseguenze del Bio diesel.

8) La riduzione dei carburanti nel periodo natalizio per favorire una ripresa dei consumi e aiutare le famiglie.

9) Un maggiore controllo del Governo per contrastare aumenti ingiustificati durante l’esodo festivo.
 

Translate »