giovedì 9 Febbraio 2023

 

 

Assemblee Cittadine

Assemblee Civicratiche decisionali

L’innovativa proposta di legge per far votare  un’assemblea di cittadini in merito alle problematiche climatiche ed energetiche è un  esempio di come alla oramai logora idea della democrazia solamente elettiva si possa affiancare la democrazia partecipativa.
La questione di fondo resta ovviamente il cambiamento di modello verso il Governo partecipativo e meritocratico.
I molti parlamentari che, in modo entusiastico e trasversale, sostengono l’iniziativa dell’assemblea dei Cittadini hanno sottolineato che questa metodica partecipativa è già in uso in diversi grandi paesi europei e con successo!
Ovviamente questi cittadini avrebbero la possibilità e il tempo di studiare accuratamente problematiche del genere, senza essere costretti a correre dietro ad un consenso “politico” o a contrapporsi tra loro solamente perché rappresentanti di partiti diversi e questa sarebbe una cosa di notevole importanza!
Insomma ricalcherebbe un po’ il sistema usato per comporre le giurie popolari in alcuni processi.
È, inoltre, importante sottolineare quanto questa forma di Civicrazia somigli all’Agorà dell’antica Atene e di altre polis greche, realtà che permisero alla Grecia di avere forme di democrazia veramente sentita e  partecipata, nonché utili allo sviluppo civile della società.
Ecco quindi che potremmo ricostruire dei modelli di vera condivisione civicratica dei grandi problemi della nostra vita, con notevoli vantaggi per tutti, anche perché stimoleremmo nei giovani la cultura partecipativa, indispensabile per creare dei veri Cittadini degni di questo termine.

Dobbiamo quindi assolutamente appoggiare e incentivare queste iniziative, utili al “risveglio” di molti, perché sempre di più tantissimi somigliano  a dei sudditi ignoranti e demotivati che subiscono passivamente le decisioni delle lobbies di potere e dei soliti oligarchi della politica, limitandosi poi alle solite sterili lamentele.

Come sempre un nostro adottato persistente  appello è: se non ora quando?

Stefano Fabroni

Presidente Comitato Salute e Ambiente Asl Rm5

Translate »