lunedì 10 Agosto 2020

STOPPATO LO SCARICABARILE SU AGRIMONDA: IL DIFENSORE CIVICO CAMPANO NOMINA I COMMISSARI 

giovedì 16 Luglio 2020 18:17
Battaglie

Agrimonda è la storia di ristagni d’acqua putrida e puzza di fitofarmaci che i cittadini di quell’area mal sopportano dal 1995, nell’inerzia della Pubblica Amministrazione. AGRIMONDA s.r.l. era una società addetta alla commercializzazione di prodotti per l’agricoltura, inclusi quelli chimici, quali pesticidi, fitofarmaci, concimi, fertilizzanti etc. L’attività veniva esercitata su un’area di circa 2.700 m2, una palazzina di due piani adibita ad ufficio e un capannone in cui era stoccata la merce. Nel 1995 scoppia un incendio domato solo dopo circa 12 ore. Al momento dell’incendio erano presenti circa 235 tonnellate di antiparassitari, 750 t. di concimi, 6 t. di plastica, 40.000 litri di pesticidi liquidi. Tra i prodotti a maggiore tossicità erano presenti in grandi quantità, vi sono Antracol Fort Blue/Bianco (fungicida), Basamid (insetticida), Galben Blu/Bianco (fungicida), Linuron (diserbante), Pirimor (insetticida), Tairel. Ancora sono presenti sul sito i residui del rogo e della palazzina in stato di completo abbandono, incluso il locale seminterrato da cui “proviene un cattivo odore di prodotti chimici” cit. Relazione CTU (Ottobre 2010) Tufano + 20 Ministero Ambiente ed altri (Trib. NA Xª Sez. Civ. G.U. dr.ssa Sica R.G. n. 9376/09).
A nulla sono valse le proteste degli abitanti. Il Presidente del Comitato Cittadino Ambiente e Territorio, Ciro Tufano oggi dichiara:

“La nomina dei Commissari ad acta nei Comuni di Mariglianella e Marigliano (NA)  effettuata dal Difensore Civico Regionale Avvocato Giuseppe Fortunato,  pone fine allo scaricabarile realizzato dai due Comuni  e i suoi rappresentanti, incapaci di porre in essere misure idonee di  MISE  (messa in sicurezza di emergenza ) atte ad eliminare il rilascio di esalazioni maleodoranti,  che provengono dall’area dell’ex sito “AGRIMONDA”  dove nel dicembre 2018 è terminata  la rimozione delle sostanze tossiche e nocive che li giacevano da 23 anni.