Tempo di lettura: 8 minuti

RICONOSCERE RUOLO E DIGNITA’ AI LAVORATORI NEI PATRONATI

ASSISTENZA CON FONDI PUBBLICI

I Patronati esercitano gratuitamente assistenza e tutela in favore dei lavoratori, pensionati e di tutti i cittadini. In materia di Istituti di patronato il sistema normativo si fonda sulla legge 30 marzo 2001, n. 152, recante “Nuova disciplina per gli istituti di patronato e di assistenza sociale” e sul D.M. 10 ottobre 2008, n. 132. Queste organizzazioni dipendono principalmente da finanziamenti pubblici attraverso un fondo economico predisposto dagli enti previdenziali (INPS, INAIL, IPSEMA). Il finanziamento degli Istituti di patronato viene corrisposto, oltre che sulla base della valutazione della loro attività, anche in relazione all’estensione e all’efficienza dei servizi offerti e della loro organizzazione.

 

SEGNALAZIONE ESTERNE AL PATRONATO

La Legge 24/2023 consente di effettuare segnalazioni esterne al Patronato, direttamente presso l’ANAC (https://www.anticorruzione.it/-/whistleblowing) così come divulgazioni pubbliche di violazioni nei casi espressamente previsti dalla normativa.

 

LAVORATORE DI PATRONATO

L’operatore di patronato è un professionista che lavora presso i patronati, presta assistenza a livello legale, amministrativo e sociale, aiutando le persone a ottenere i benefici e le prestazioni a cui hanno diritto.

Gli istituti di patronato, per lo svolgimento delle proprie attività operative, possono avvalersi esclusivamente di lavoratori subordinati dipendenti degli istituti stessi o dipendenti delle organizzazioni promotrici comandati con distacco.

 

RETRIBUZIONE DEI LAVORATORI  NEI PATRONATI

I tipi di contratti utilizzati all’interno dei Patronati devono garantire il principio di non discriminazione tra il lavoro part-time e full-time. È vietato stabilire il compenso secondo tariffe di cottimo. Il lavoratore deve essere retribuito per il numero di ore di lavoro che presta, non in base a quanti punti produce. Il rapporto di lavoro è regolato dal CCNL stipulato a livello nazionale tra le organizzazioni rappresentanti dei lavoratori dei patronati, i sindacati e i loro datori di lavoro, questi ultimi rappresentati dalle relative associazioni datoriali.

 

DIRITTO SINDACALE ALL’INTERNO DEI PATRONATI

Anche all’interno dei patronati il sistema delle relazioni sindacali è lo strumento per costruire relazioni stabili tra l’azienda e i dipendenti, improntate alla partecipazione consapevole, al dialogo costruttivo e trasparente, alla reciproca considerazione dei rispettivi diritti ed obblighi, nonché alla prevenzione e risoluzione dei conflitti.

 

CIVICRAZIA A FIANCO DEI LAVORATORI

Civicrazia che è sempre a fianco dei lavoratori è vigile per i diritti dei lavoratori dei Patronati.

Infatti i dati della produzione dei Patronati post pandemia è in uno stato di aumento notevole di operatività. Se i Patronati hanno retto molto bene la dura prova della pandemia, tenendo aperte le loro sedi, prestando un’assistenza a tutto tondo delle persone, è stato proprio grazie ai lavoratori del settore. Civicrazia è a fianco dei lavoratori dei Patronati che lavorano in silenzio, con dedizione e chiedono soltanto di vedersi riconoscere ruolo e dignità per quello che svolgono al servizio del Paese e di tutti i lavoratori.

 

CIVICRAZIA SOSTIENE LA RIFORMA

Civicrazia sostiene che la normativa in vigore è del 2001, ha più di venti anni e va migliorata, anche perché in questi anni tutto il mondo del lavoro è profondamente mutato ed è giusto che anche la normativa che consente ai Patronati di agire venga adeguata. In questo quadro è giusto che  i lavoratori dei Patronati siano messi in grado di lavorare al meglio e con piena dignità.

Ernesto Marino 

Articoli Relativi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *