sabato 10 Aprile 2021

LA LEGALITA’ NON FA MAI MALE

lunedì 22 Marzo 2021 20:35
Battaglie

Qualche mese fa scoppiò il caso della notizia che in Regione Campania furono assunti una, forse più dipendenti all’ufficio legale senza concorso.
Situazione imbarazzante messa in risalto da varie testate giornalistiche.
La storia era questa: un giorno tre avvocati ex Arcadis (agenzia soppressa) diventano avvocati dell’ente regionale e scoppia la rivolta.
Prima un trasferimento contestato da 15 funzionari dell’ufficio legale che giustamente si rivolsero al Difensore Civico Regionale Campano.
Proprio l’avvocato Fortunato inviò gli atti alla Procura di Napoli e Corte dei conti della Campania.
Nel frattempo il Presidente della Regione, dott. De Luca non disse nulla in merito. Brutta figura per il Presidente e tutto il mondo politico, rimasto in silenzio, soprattutto nei confronti di professionisti che hanno sempre studiato per la preparazione a concorsi pubblici.
Poi, come se non bastasse sembrerebbe che una funzionaria entrò nel 1999 all’Arcadis, dopo essere stata reclutata a tempo determinato, per essere poi stabilizzata con un bando selettivo e senza concorso. La dipendente già in passato era nell’organico ex Arcadis poi posta in liquidazione.
Per fortuna come sempre e grazie soprattutto al lavoro del Difensore Civico Campano qualcosa è sembrato muoversi in questi giorni.
A seguito della sua denuncia la Procura della Repubblica ha aperto un’indagine e in questi giorni due ispettori di polizia si sono recati in Regione.
Adesso noi tutti aspettiamo fiduciosi che dall’acquisizione dei documenti arrivino finalmente notizie confortanti per tutti quelli che hanno sempre creduto nella giustizia.
Intanto  la Regione ha finalmente dovuto annullare per autotutela i tre  contratti sottoscritti.
Il Difensore Civico aveva dichiarato in questi giorni: ” non si può entrare come Avvocato in Regione senza concorso. Oltre a una dottoressa, altri due funzionari hanno avuto la nomina di avvocati: un canale di malcostume con sistemi da tribù feudali”.
Ancora una volta i cittadini Campani hanno trovato nel Difensore Civico un perentorio controllore della cosa pubblica, in una Regione dove da troppo tempo accadono cose senza senso e senza regole. Una piccola vittoria che mette in risalto nuovamente la figura di un organo di controllo che meriterebbe la figura a livello nazionale. Da tempo Civicrazia chiede a gran voce l’istituzione del Difensore Civico Nazionale e forse è giunta l’ora che questo accada.
Visti i risultati ottenuti negli ultimi anni dall’avvocato Fortunato, in una Regione non molto semplice possiamo immaginare come potrebbe migliorare la situazione in Italia con l’istituzione di un Ombudsman a livello nazionale.
Ci sarebbero meno scandali politici, meno tangenti, un sistema di controllo sui concorsi pubblici e verrebbe data finalmente l’importanza agli istituti di partecipazione che mettono il cittadino al centro della cosa pubblica.
Mentre il Popolo Italiano al momento può solamente aspettare che questo accada e che finalmente il sistema diventi di tipo meritocratico come dovrebbe, la Campania vive di speranza grazie all’avvocato Fortunato che con occhio vigile, e armato di professionalità e tantissima pazienza mette in risalto con cadenza giornaliera le irregolarità della Pubblica Amministrazione. E riesce a farlo eliminare.

Francesco Neri

th