Tempo di lettura: 8 minuti

ELETTRODOTTI E LEUCEMIE NEI BAMBINI

INTRODUZIONE 

Diversi studi hanno evidenziato  un eccesso di rischio di leucemia tra i bambini che vivono in prossimità di linee elettriche ad alta tensione e sono esposti a campi magnetici. Tuttavia, non tutti gli studi hanno dato risultati coerenti.

 

OBIETTIVI DELLA RICERCA 

Ora una recente ed importante pubblicazione scientifica italiana è stata realizzata  previo uno studio caso-controllo per indagare il rischio di leucemia associato  all’esposizione ai campi magnetici delle linee elettriche ad alta tensione. I partecipanti  erano bambini di età compresa tra 0 e 15 anni residenti nelle province di Modena e Reggio Emilia.

 

CONCLUSIONI

L’analisi statistica ha mostrato un eccesso di rischio sia per la leucemia generale che per la leucemia linfoblastica acuta tra i bambini con distanze residenziali a meno di 100 m dagli elettrodotti, rispetto a quelli che vivono a distanze superiori od uguali a 400 m..

L’eccesso di rischio di leucemia infantile, in particolare tra i bambini più piccoli, esposti ai campi elettromagnetici delle linee elettriche ad alta tensione richiede urgenti misure di prevenzione del rischio.

Dr. Paolo Orio

Articoli Relativi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *