Tempo di lettura: 8 minuti

CIVICRAZIA E LA “TUTELA DEI DIRITTI DEL LAVORATORE”

Civicrazia e la “Tutela dei Diritti del Lavoratore”

La Tutela dei Diritti del Lavoratore viene garantita gratuitamente da Civicrazia, attraverso lo Sportello Telematico, una collaudata rete di professionisti e le Antenne Civicratiche Territoriali, a tutti i cittadini di ogni fascia sociale con particolare attenzione a quelle più deboli nonché i pensionati e gli immigrati sia nel rapporto contrattuale con il datore di lavoro sia nei confronti delle istituzioni. Civicrazia è convinta che l’art. 1 della nostra Costituzione: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro” sia da rilanciare dopo la pandemia che ha messo in crisi non soltanto il nostro sistema sanitario ma anche tutto il sistema economico e sociale, mettendo nella precarietà migliaia di posti di lavoro, gettando nell’incertezza molte famiglie. Inoltre la tutela del lavoro è anche un dovere di solidarietà che ciascun cittadino è tenuto a compiere per contribuire al progresso dell’intera collettività. La centralità del lavoro nella vita di tutti è fondamentale. Spesso il lavoratore, quale contraente debole, è costretto ad accettare condizioni o dinamiche lavorative che comprimono i propri diritti e sfociano in disagio emotivo, familiare e sociale . Il rapporto di lavoro non tutelato fa vivere persino la genitorialità in maniera tale da creare ansie e senso di precarietà. Per evitare ingiustizie diventa fondamentale che la lavoratrice e il lavoratore abbiano piena contezza dei propri diritti e della legittimità o meno delle scelte datoriali.

Fini dell’assistenza civicratica Civicrazia dà gratuitamente

1) consulenza, mirata a rendere consapevoli di poter rivendicare i propri diritti, fornita con particolare riguardo ai settori del Diritto del Lavoro, Diritto Civile in tutti i suoi aspetti e nel Diritto dell’Immigrazione; 2) assistenza a chi, seppur consapevole delle ingiustizie subite, ha timore di iniziare una procedura perché non in grado di poter sostenere le spese per un’assistenza legale. Categorie principali del lavoro e i suoi diritti a) patrimoniali, riguardanti il trattamento economico spettante al lavoratore in relazione all’attività prestata; b) personali, come il diritto all’integrità fisica e alla salute; c) sindacali, che comprende anche il diritto allo sciopero; d) morale d’invenzione, cioè il diritto di essere riconosciuto autore delle invenzioni e opere d’ingegno realizzate. Le norme costituzionali vanno rispettate. L’art. 36 della Costituzione che precisa che “il lavoratore ha diritto a una retribuzione […]sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”. Nei successivi articoli 37 e 38 la Costituzione individua le categorie che necessitano di maggiori attenzioni e tutele, come donne, minori e inabili. Civicrazia e l’ambiente di lavoro Tutti noi trascorriamo la maggior parte della giornata al lavoro, per questo Civicrazia vuole contribuire a che l’ambiente in cui prestiamo l’attività lavorativa diventi un luogo sereno, dove trovare la realizzazione professionale a fronte della corresponsione di una retribuzione adeguata e proporzionata alla prestazione resa. Per qualunque dubbio o perplessità, per la tutela del diritto al lavoro, noi ci siamo. Contattaci via mail allo Sportello Telematico per conoscere il professionista o contatta l’Antenna Civicratica territoriale.

Ernesto Marino

Articoli Relativi

RIFORMARE I GIUDICI DI PACE

RIFORMARE I GIUDICI DI PACE

Nel sistema giudiziario italiano, il Giudice di Pace svolge un ruolo fondamentale, rappresentando un presidio di giustizia di prossimità che dovrebbe garantire risposte rapide ed efficaci alle controversie minori. Tuttavia spesso ci si imbatte in una realtà fatta di...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *