Apr 30, 2021 | Battaglie | 0 commenti

Tempo di lettura: 8 minuti

CAMPI FLEGREI, CUORE E FUOCO DEL MADITERRANEO

I Campi Flegrei, sconosciuti ai più!

Eppure ne parlano Virgilio, Plinio, Omero, Dante, Orazio, Boccaccio… e ne tacciono, invece, i presenti.  

Una Terra del Mito antichissima, tremila anni, contraddistinta non da confini geografici, ma storici. 
Flegrea deriva dal greco:  che brucia. Terra ardente e ricca di tesori, custode di un patrimonio artistico-archeologico unico al mondo. 
Un parco a cielo aperto e contestualmente inabissato nel mare (una splendida Baia sommersa).
Una terra che brucia, ahimè, oggi perché calpestata dall’egoismo, dalla distrazione e dalla miopia di una non-cultura politica e amministrativa, che l’ha resa invisibile, dimenticata e abbandonata.
Oggi è in corso una Battaglia epocale  per e con i Campi Flegrei.
 
Con il Festival Campi Flegrei, con il Premio “Corto Flegreo”, con le iniziative di Associazioni, di Comitati, di professionisti e giovani, con l’impegno per il “Dopo di Noi” è partita la Battaglia “Campi Flegrei, cuore e fuoco del Mediterraneo”. 
L’impegno  rilancia usi, costumi, tradizioni e bellezze della Terra del Mito affinché tutti possano vedere, attraverso immagini, musica, parole e storie, il suo essere un UNICUM italiano e mediterraneo.
 
di Maria Grazia Siciliano

Articoli Relativi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *