rth
Tempo di lettura: 8 minuti

ATTENZIONE ALLE CANNUCCE!

CANNUCCE BIODEGRADABILI E LA LORO COMPOSIZIONE

In Europa molti negozi di fast food hanno adottato le cannucce biodegradabili in carta o in bambù. Sono state adottate per ridurre l’inquinamento delle cannucce di plastica ma senza rinunciare alla funzionalità.

Le nuove cannucce sono composte da una bioplastica ottenuta mischiando lignina e amido di patate o alcol polivinilico, con aggiunta di acido citrico. Da queste sostanze viene generato un liquame che viene disteso in uno strato molto sottile e poi arrotolato, per dargli la tradizionale forma di cannuccia: a questo punto la bioplastica automaticamente si incolla ai lembi in maniera naturale, e la chiusura viene poi saldata tramite un trattamento termico.

Attenzione!

NUOVE SCOPERTE RIGUARDO LE CANNUCCE BIODEGRADABILI

Attenzione! Le cannucce biodegradabili sono state analizzate da  ricercatori belgi. Essi hanno riscontrato tracce di sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFAS), che potrebbero renderle pericolose non solo per l’ambiente, ma anche per la salute umana. Sono state analizzate 39 cannucce presenti sul mercato, della più varia composizione – plastica (4 campioni), acciaio inox (5), bambù (5), vetro (5) e carta (20 campioni).

Il risultato è stato che il 69% delle cannucce esaminate, cioè quasi tutte tranne quelle di acciaio, conteneva uno o più tra 18 tipi di PFAS. In quelle biodegradabili hanno scoperto che il 90% di quelle testate contenevano PFAS, l’80% di quelle di bambù, il 75% in plastica contenevano uno o più PFAS, e lo stesso si è visto con il 40% di quelle in vetro. Solo le cannucce in acciaio inossidabile non sono state trattate con PFAS.

Il composto più presente è risultato essere uno dei più pericolosi, e cioè l’acido perfluoroottanoico (Pfoa), vietato a livello globale già dal 2020. Sono stati poi trovati anche l’acido trifluoroacetico (Tfa) e quello trifluorometansulfonico (Tmas), dotati di un’elevata solubilità, e quindi particolarmente pericolosi se presenti nelle cannucce perché possono facilmente migrare nel liquido.

CANNUCCE E APPORTO CON L’AMBIENTE

L’assurdo è che cannucce realizzate per la salvaguardia degli ambienti, contenendo PFAS, inquinano l’ambiente. La scelta migliore è quella delle cannucce in acciaio inossidabile, che sono perfettamente riutilizzabili e quindi realmente sostenibili, oltre che sicure per la salute.
Diana Maria Liguori

https://x.com/CivicraziaItaly/status/1702970589403836614?s=20

Articoli Relativi

RADIOFREQUENZE E DANNI DELLE API

RADIOFREQUENZE E DANNI DELLE API

UNA RICERCA L'apicoltura urbana ha guadagnato interesse negli ultimi anni. Le api collocate in città, sui tetti degli edifici, sono esposte a molte fonti di campi elettromagnetici di diversa frequenza e intensità. Una ricerca ha ampliato le conoscenze sull'impatto dei...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *