Dare al Cittadino voce in capitolo Stampa
Lunedì 16 Marzo 2020 16:12
A Napoli esiste un vecchio modo di dire che viene utilizzato quando si vuole stigmatizzare il comportamento di qualcuno che oltre ad essere ignorante (ciuccio = asino) non ha neanche l'umiltà che si addirebbe alla sua condizione, ma è arrogante e presuntuoso...una miscela veramente insopportabile. 
Ovviamente, a molti verrà facile effettuare un accostamento con l’attuale Amministrazione Regionale della Campania, visto che arroganza, poca sensibilità, poco coraggio e spesso improvvisazione, sono le principali caratteristiche che hanno contraddistinto questa Amministrazione che, grazie a Dio, sta volgendo al termine.
 Un chiaro esempio della prima caratteristica, è senz’altro rappresentata dalla vicenda dei giovani laureati, vincitori di un concorso pubblico al quale non si voleva dare seguito con le dovute assunzioni, un esempio della seconda è sicuramente la mancanza di una campagna informativa sull’assenza di pericoli nelle donazioni di sangue anche in questo triste periodo di attenzione per il Covid-19, mettendo di conseguenza in difficoltà tutti i malati di talassemia, oppure la scarsa preoccupazione mostrata nei confronti delle richieste delle protezioni avanzate dai medici generici, in prima linea nella cura del virus mortale, ma sicuramente un indiscutibile esempio di mancanza di coraggio è stato l’atteggiamento dell’Assessore Palmeri che ha “snobbato” per ben due volte l’invito rivoltole dal Difensore Civico della Regione, per chiarire i criteri utilizzati per l’assunzione dei disabili.
 
 Malamministrazione e inefficienze, sono di fatto gli unici fattori in comune di questa nefasta Amministrazione che, forte di un inutile “Deluchismo”, ha perso di vista le tutele basilari dei cittadini. Eppure questi Signori, continuano a crogiolarsi dei loro scarsi risultati, presentandoli come grandi obiettivi raggiunti, nello stile del perfetto imbonitore. Ma i cittadini non dormono, vedono, valutano e si rendono conto che oggi solo il Difensore Civico ha a cuore i diritti e la salute dei cittadini. E’ questo motivo che hanno chiesto, attraverso tante Associazioni, un impegno in politica e la sua candidatura alla Presidenza della Regione. 
Il cittadino ha diritto di partecipare alle gestione delle cosa pubblica, fin'ora negata ed osteggiata in tutti i modi da chi non vuole avere legami, nemmeno quando palesemente i diritti vengono calpestati, come il diritto dei disabili di conoscere i criteri di assuzione adottati dall'Amministrazione. Rivolgersi all'Avv. Fortunato nella sua qualità di Difensore civico, vuol dire chiedere una tutela dei diritti calpestati dalla P.A., rivolgersi all'Avv. Fortunato come Presidente della Regione Campania, vorrà dire veder soddisfatte le proprie esigenze, senza avere momenti di sofferenza e di sconforto. 
 Non abbiamo bisogno di "sceriffi" che prendono decisioni affrettate, inconcludenti e assolutamente e confusionarie, come quelle prese in tema di precauzioni per la diffusione del contagio, ma di razionalità.
Finalmente il cittadino avrà voce in capitolo e la nostra Terra potrà, con l'aiuto di tutti, recuperare il tempo perso.