Rinnovamento civicratico Stampa
Domenica 16 Febbraio 2020 15:19

Sono ben noti a tutti gli ultimi avvenimenti del recente passato che hanno visto protagonisti, ancora una volta, il Difensore Civico Campano (Avv. Giuseppe Fortunato) contro i vertici dell'attuale amministrazione regionale Campana.

 Ricordiamone solo alcuni:

- il deposito del ricorso avanzato da alcuni candidati al concorso alla regione per aver svolto le prove nella totale mancanza e violazione dell'anonimato, nella mancata applicazione del principio meritocratico nella correzione delle prove e nell'inesistenza della trasparenza nella prassi procedurale del concorso;

- l'intervento dell'Avv. Fortunato, su istanza di alcuni cittadini, per denunciare il forte inquinamento dell'acqua nella sorgente della Lontra sul Monte Faito, località Vico Equense;

- la convocazione a comparire fatta dal Difensore Civico Campano all'assessore di competenza e al dirigente di A.N.I.D.A. per risolvere la questione dei criteri di selezione e assunzione dei disabili.

Tutte azioni volte al benessere dei cittadini, che fino ad oggi si sono confrontati con una pubblica amministrazione fantasma. Il progetto della realizzazione dei Comuni Civicratici si estende anche a livello Regionale, partendo proprio dalla Campania. Quest’ultima ha bisogno di voltare pagina, ha esigenza di crescere e di svilupparsi in modo sostenibile, partendo dal rinnovamento radicale della pubblica amministrazione, che per anni ha visto protagonisti solo pretendenti alla poltrona senza competenze né meriti.  Fino ad oggi le Amministrazioni che si sono susseguite negli anni poco o niente hanno concretamente fatto per migliorare le condizioni di vita dei Campani. In tutti i settori le lacune si sono sempre più allargate. Si è pensato solo a mettere delle toppe ai gravi problemi presenti sul territorio, ma le vere soluzioni sono mancate. Il cambiamento può essere possibile solo mettendo da parte i vecchi schemi e dando la preferenza, alle prossime elezioni, ad un candidato a Presidente scelto dal popolo, concretizzando, cosi, la vera democrazia partecipativa. L’unica persona adatta al ruolo, con titoli, merito e competenze, è l’Avvocato Giuseppe Fortunato.