Civicrazia, una scelta che resta Stampa
Domenica 16 Febbraio 2020 15:02
Attualmente il sistema dei partiti è in crisi profonda da moltissimi anni, io ho sempre appoggiato liste civiche perchè era l'unico modo per contrastare questa crisi imperante.
Da Alternativa Napoli, che sostenne la candidatura del primo Bassolino per il  Sindaco al Comune di Napoli a Decidiamo Insieme, che sostenne Marco Rossi doria contro il secondo mandato a Sindaco di Napoli di Rosa Russo Jervolino. Entrambe le associazioni sono scomparse da lunghi anni,  come pure tutte le liste che sostennero l'attuale Sindaco Lugi De Magistris. Invece in questo caso la scelta verso Civicrazia sarà una scelta che resta.
Unanimemente la classe dirigente nazionale di Civicrazia, coalizione di oltre quattromila Associazioni, 
chiede la candidatura dell’Avv. Giuseppe Fortunato, attuale Difensore Civico presso la Regione Campania,
quale Presidente della Regione Campania.
In Campania per la candidatura di Presidente bisogna rivolgersi fuori dai partiti e dall’attuale classe politica
e fuori da quanti hanno ricoperto incarichi di parlamentare o in passate gestioni amministrative.
Per convincere, avvincere e vincere occorre voltare pagina.
Ecco le caratteristiche che riteniamo debba avere il Presidente della gente campana.
L' enorme malcontento per le amministrazioni pubbliche campane è di gran lunga aumentato negli ultimi decenni.I settori economici, a loro volta, hanno in parte subito un declino a causa del malgoverno e della malamministrazione. I cittadini sentono che é arrivato il momento di una svolta, di un radicale cambiamento che dovrebbe portare al superamento delle difficoltà, dei disservizi e del generale malcontento. Nuove strategie, nuovi progetti stanno fermentando per una risalita al servizio dei cittadini, basta votare la nuova candidatura civicratica dell'avv.G.Fortunato alle prossime elezioni regionali campane a Presidente della Regione Campania. Il Difensore Civico campano mira al bene collettivo e al coinvolgimento pieno del cittadino nella nostra alquanto martoriata P.A.