Civicrazia= cittadino protagonista delle scelte democratiche Stampa
Sabato 16 Novembre 2019 10:56

Civicrazia, è una parola a volte incompresa, cosa si intende per Civicrazia? E’ la coalizione di Cittadini ed altri Soggetti, congiuntamente a circa 4000 associazioni che svolgono le loro attività e si impegnano affinchè la P.A., che esprime il potere pubblico, possa davvero essere al servizio dei cittadini, i veri destinatari  della sovranità costituzionale.

La P.A. se organizzata con il rispetto dei principi civicratici consente realmente ai cittadini di contribuire alle decisioni pubbliche, incoraggiando le persone ad assumere un ruolo attivo nell’ambito della propria comunità.

Il fondamento della partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa si fonda sul quarto comma dell’art.118 della Costituzione italiana, in base al quale “Stato, Regioni,Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà”.

L’ascolto e l’apertura verso le opinioni di tutti i cittadini richiedono collaborazione e innovazione per consentire decisioni, consapevoli ma complesse, pertanto si elaborano molte informazioni, spesso in tempi brevi, che necessitano tecniche di facilitazione per accompagnare i processi di democrazia partecipativa.

Il modello di ente civicratico risolve questa situazione consentendo ai cittadini di partecipare effettivamente alla vita amministrativa e di poter incidere sulle scelte, con l’utilizzo di strumenti democratici quali petizioni, scelta partecipata tramite la presentazione di proposte direttamente all’amministrazione, referendum e gli altri mezzi previsti dal regolamento degli istituti di partecipazione popolare che una scelta di civiltà e rispetto imporrebbe di approvare ed introdurre negli Enti Pubblici territoriali.

Alcuni Comuni hanno previsto questi istituti di partecipazione nel loro statuto ma non hanno approvato i regolamenti per il loro esercizio,  creando i presupposti per  l’intervento sostitutivo del Difensore Civico, che può designare commissari ad acta per l’adozione degli stessi

Il prototipo di Regolamento  civicratico per l’attuazione degli istituti di partecipazione prevede vari strumenti per agevolare i processi partecipativi, tra questi la creazione di un tavolo permanente con il compito di promuovere la conoscenza delle forme di partecipazione e di democrazia diretta, nonché di facilitarne la fruizione, anche con il coinvolgimento dei cittadini. Altro strumento di facilitazione è il web, che coadiuva  gli Enti, creando una linea diretta con i funzionari, magari con forum di discussione, definendo spazi e modi di partecipazione e  dialogo.

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Novembre 2019 10:59