Il MoVI impegnato in un progetto di educazione ai valori di solidarietà e giustizia Stampa
Venerdì 08 Febbraio 2013 14:21

movi Il MoVi – Movimento di Volontariato italiano – attivo negli interventi educativi ai cittadini, ha avviato in Sicilia un progetto di educazione ai valori di solidarietà e giustizia rivolto a tutti gli Istituti Superiori della città di Gela. Il progetto adotta la metodologia del learning by doing ossia dell’imparare facendo e consiste in un percorso sperimentale denominato "Passaporto del Volontariato” che prevede la partecipazione diretta degli studenti agli Atelier cioè ai laboratori che realizzano quotidianamente le associazioni che hanno aderito al progetto. Le associazioni sono, pertanto, laboratori permanenti di educazione alla cittadinanza. Contemporaneamente, il Passaporto, è un percorso extra-scolastico per certificare le competenze acquisite durante le esperienze. Ad ogni studente che accetterà la sfida del Volontariato di partecipare in questo modo alla vita della città, sarà consegnato un libretto, un documento personale, che riconosce il valore educativo e formativo del volontariato. La certificazione delle competenze, firmata dalle associazioni d’intesa con le scuole, costituisce il tessuto fondamentale per il conseguimento delle competenze chiave di cittadinanza previste dal Regolamento dell’obbligo di istruzione. Gela è la prima città del Sud a sperimentare il Passaporto e la seconda città d’Italia dopo l’esperienza di Milano. Il progetto impegnerà per 12 mesi complessivamente 130 volontari educatori adulti, una equipe socio-psico-pedagogica di 4 esperti, 1000 studenti. Saranno stampati 1000 passaporti e 2500 Guide agli Atelier. E' stato realizzato un sito internet dell'iniziativa che permetterà alle altre regioni d'Italia di sperimentare questa nuova buona prassi. Civicrazia sostiene questa lodevole iniziativa di apertura delle associazioni al mondo dei giovani educandoli a dialogare con il territorio per diventare cittadini consapevoli.