GIUSTIZIA, IL 23 OTTOBRE SCIOPERO NAZIONALE Stampa
Lunedì 22 Ottobre 2012 11:37


ouaOUA E AVVOCATURA IN PIAZZA A ROMA

La Giunta dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura ha proclamato l’astensione dalle udienze civili, penali, amministrative, contabili, tributarie e dalle altre attività giudiziarie, per il 23 ottobre 2012. L'OUA fa sentire la propria voce per sostenere le posizioni dell’Avvocatura sulla media-conciliazione obbligatoria, sulla revisione della geografia giudiziaria, sulla giustizia civile e sulla riforma dell’ordinamento forense in concomitanza con la loro manifestazione di Roma dello stesso giorno.
“Una protesta necessaria, afferma il Presidente Maurizio De Tilla, nonostante la disponibilità del Ministro della Giustizia a dialogare su questioni importanti come l’accesso e la riforma dei corsi di laurea, serve uno sforzo in più da parte dell’intero Esecutivo. Sono da rivedere tutti quei provvedimenti che in questi ultimi due anni hanno portato a penalizzare fortemente i cittadini, continua De Tilla, come l’irrazionale revisione della geografia giudiziaria (la fine della giustizia di prossimità) o l’introduzione del filtro in appello”.
Gli avvocati si ritengono danneggiati e messi in ginocchio dalle ultime novità sulla giustizia, per questo il 23 ottobre si alzeranno in piedi per protestare in prima persona.